I VIP di domani

Questo blog si chiama “pensieri sparsi”. Ecco un bel pensiero sparso, nato dalla lettura di questa notizia.

Gli influencer, gli YouTuber, gli streamer (chi più ne ha più ne metta) famosi oggi tra 30 anni ce li ritroveremo in tv (o quello che la sostituirà) a piangere perché non hanno un euro e nessuno li fa lavorare.

Ho poi scoperto che Barbara D’Urso tiene una rubrica sull’argomento nella sua trasmissione.

Dai, guardate anche voi un video di Barbara D’Urso. Dai.

Bella domanda

Perché non lo fai?

Me l’hanno chiesto giusto oggi. La prima risposta, di pancia è stata: “non ne ho il tempo”.

Che poi riflettendoci, può essere solo poco più che una scusa.

La fine dell’anno che sta arrivando è il momento migliore per fare la classica lista dei buoni propositi per l’anno nuovo.

C’è solo un momento migliore della fine dell’anno per fare una lista di buoni propositi. Farla ora.

L’ottimismo di Trenord

Vorrei essere ottimista come Trenord. Cambiano l’orario di partenza del mio treno dalle 8.08 alle 8.11.

Stesso orario di arrivo a Milano Affori, 8.41.

Promettono quindi di metterci 3 minuti in meno, per un treno che mediamente ha 10 minuti di ritardo. Tutti. I. Santi. Giorni.

O forse si tratta solo di un trucco per limare i ritardi e non pagare i bonus ai pendolari.

Ah, anche oggi 14 minuti di ritardo. Sarebbero stati 17 senza questo spostamento di orario.

Surroga del mutuo. Così facile che avrei dovuto pensarci prima

Già mi vedo i titoli:

“L’UOMO CHE LE BANCHE ODIANO”.

“IL SEGRETO CHE LE BANCHE NON VOGLIONO FARTI SAPERE”

Scherzi a parte, non ci credevo. Ma un amico mi ha convinto a provarci. Il mio non era nemmeno un mutuo facile: 90% e più del valore della casa, durata trentennale, fine pena 2043, tasso fisso.

Ho fatto qualche preventivo di surroga con banche online e non:

  • Stessa rata: durata 10 anni in meno.
  • Stessa durata: ~250€ in meno AL MESE

Preventivi alla mano, vado nella banca dove ho il mutuo. Dopo un paio di tira e molla, con tanto di “tanto lo sapete che se non lo fate voi lo farà qualcun altro” (leggete qui, la prima surroga è gratuita), in cambio di una polizza infortuni da 50€ al mese, annuale, che poi potrò disdire al volo, in un paio d’ore ho risolto, con una scritturina privata.

Ancora non ci credo. Sono davvero tanti soldi!

“DevOps”, di Fabio Mora

Se anche solo per sbaglio bazzicate il mondo della programmazione o del web, dovreste leggere il libro “DevOps” di Fabio Mora. Lo trovate su Amazon: https://www.amazon.it/dp/8850334508

Fabio è una di quelle persone preziose, che ti danno qualcosa anche solo cazzeggiando davanti ad una birra. Ottimo anche il lavoro di Andrea Delfino e Mattia Tommasone, ma che siano “gente spessa” non lo scopro oggi.

Bonus: è la prima volta che mi ringraziano in un libro. Spero non sarà l’ultima o magari un giorno un libro lo scriverò io, non si sa mai.

Complimenti

Ieri una ragazza che è arrivata a lavorare qui poco prima di me mi ha detto:

Quando ti ho visto non ho pensato tu fossi nuovo. Pensavo fossi appena tornato dalle ferie. Eri già così inserito…

L’ho preso come un complimento per me, ma anche per l’azienda e i miei nuovi colleghi.